Seductions” è l’ultima installazione artistica di Lorys Lane e Aloisio Congrejo ospitata da LEA23.

READ IN ENGLISH

Il tema della seduzione viene affrontato attraverso immagini, percorsi urbani, figure in movimento e forme geometriche che arredano lo spazio in modo avvolgente e invogliando lo spettatore a scoprire di più.

Seductions

Alcune immagini sono chiaramente ispirate all’artista Jack Vettriano, pittore scozzese di origini italiane. Vettriano nasce nella città di Methil in Scozia da una famiglia umile e povera. La sua condizione di indigenza economica lo ha condotto a trovare lavoro sin da molto giovane (a 16 anni lavorava già in miniera). E’ solo negli anni Settanta, al compimento del suo ventunesimo compleanno, che Vettriano inizierà a dipingere, anche grazie al regalo ricevuto di un set di acquarelli. I suoi primi lavori sono firmati con il cognome del padre, Hoggan e sono per lo più riproduzioni di impressionisti. Dopo quattordici anni, Jack riuscirà a trovare il suo stile, quello che oggi conosciamo, e che lo condurrà a sentirsi pronto per una esposizione professionale delle sue opere. In questa occasione cambierà anche la sua firma in Jack Vettriano (dal cognome della madre).

Seductions

La seduzione, tema preferito anche dal medesimo artista Vettriano, è un argomento che coinvolge il pubblico e contemporaneamente lo divide. Questo perchè non c’è, ovviamente, un parametro oggettivo di seduzione e, lo stesso termine, può essere usato in diverse accezioni alcune delle quali non hanno nulla a che vedere con aspetti legati alla sessualità.

La seduzione nasce nella mente, innanzitutto. E la mente di ognuno è il luogo più intrigante e misterioso al tempo stesso.

Il che significa anche che prima si seduce la mente e poi il corpo. Naturalmente, come già anticipato, la seduzione assume connotati diversi da persona a persona ed è anche molto diversa da uomo e donna: ciò che seduce l’uomo non coincide necessariamente con ciò che conquista la donna (soprattutto nelle fasi iniziali del gioco).

L’unica cosa certa è che la seduzione è “gioco” e come tale è salutare. Giocare con la seduzione è un modo per incontrare l’altro, nel senso più immediato del termine, ossia voler avvicinarsi all’altro, abbassando le difese.

Seductions

In alcuni casi patologici, la seduzione è anche un arma di manipolazione, ma l’installazione di Lorys a Aloisio parla della seduzione “sana”, quindi non mi dilungherò ulteriormente su quest’ultimo aspetto.

Come ho già anticipato, l’installazione artistica consiste nella occupazione di tutto lo spazio della LEA23 attraverso forme geometriche, figure in movimento, percorsi urbani e immagini. Alcune di esse sono ispirate all’artista Vettriano, altre sono il frutto della fantasia di Lorys e Aloisio.

Seductions

Riguardo ad altri articoli pubblicati su questa esibizione artistica, devo dire che, di norma, non leggo nulla finchè non ho scritto l’articolo, ma in questo caso mi sono lasciata andare alla lettura dell’articolo pubblicato su Virtual World Magazine e scritto da Aquiladellanotte Kondor. L’autore considera un pregio il fatto di sfruttare tutti gli strumenti che SL® mette a disposizione nella presentazione di una installazione artistica, considerando poco coinvolgente la classica esposizione all’interno di una galleria. Concordo con questo modo di vedere, in effetti SL® offre molto in termini di creatività. Alcune volte, abituati ai limiti della vita reale, la mente si chiude e tende a riprodurre anche nel virtuale le stesse dinamiche limitanti del reale.

L’installazione artistica “Seduction” resterà aperta fino alla fine di Giugno e consiglio di non perderla.

Riferimenti

Titolo: “Seductions

Artisti: Lorys Lane – Aloisio Congrejo

Località: LEA23

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: